Regione Lazio
Assestamento di bilancio del 2008

Assessorato al bilancio, programmazione economico-finanziaria e partecipazione
Assessore Luigi Nieri

SUBEMENDAMENTO SOSTITUTIVO ALL’EMENDAMENTO DISTRIBUZIONE AULA N. 4 E DEGLI EMENDAMENTI AGGIUNTIVI ALLA
PLR N. 396 DEL 17/07/2008

m
Art. 68.
… omissis
Ai fini del completamento della realizzazione della centralizzazione degli acquisti entro il 31 ottobre 2008: a) la Regione stipula apposita convenzione quadro con Consip e attiva acquisti centralizzati tramite la stessa Consip; b) la Regione adotta un nomenclatore sanitario unico per l’acquisto dei presidi medico-chirurgici, sulla base della collaborazione già avviata con la centrale acquisti della Regione Emilia Romagna; c) le aziende unità sanitarie locali, le aziende ospedaliere e gli altri enti del servizio sanitario regionale delegano alla Centrale acquisti regionale gli acquisti centralizzati per specifiche categorie di beni e servizi, quali farmaci, vaccini, presidi medicochirurgici e altri beni e servizi individuati con decreto del Presidente della Regione; d) le Aziende unità sanitarie locali, le aziende ospedaliere e gli altri enti del servizio sanitario regionale, provvedono all’attivazione di gare online, sulla base delle direttive fornite dalla centrale acquisti regionale.

… omissis

Art. 70.
Nell’ambito dei provvedimenti relativi alla farmaceutica convenzionata, alla distribuzione diretta dei farmaci nonché alla spesa farmaceutica ospedaliera: a) la Regione provvede anche attraverso la revisione degli accordi con le organizzazioni di categoria: 1) all’incremento della distribuzione diretta dei farmaci da parte delle aziende unità sanitarie locali, delle aziende ospedaliere e degli altri enti del servizio sanitario regionale; 2) alla nuova determinazione delle condizioni e delle modalità per la distribuzione in nome e per conto rispetto agli accordi già sottoscritti; 3) alla ridefinizione, entro il 30 settembre 2008, sentite le organizzazioni di categoria dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, delle misure di contenimento della spesa farmaceutica coerenti con la appropriatezza prescrittiva; 4) alla estensione a nuove categorie terapeutiche omogenee del limite di rimborsabilità, anche quale misura di compartecipazione al costo delle prestazioni sanitarie. b) le aziende unità sanitarie locali, le aziende ospedaliere e gli altri enti del servizio sanitario regionale, con il coordinamento della Regione provvedono alla revisione del prontuario terapeutico e dei protocolli finalizzati al riallineamento della spesa farmaceutica ospedaliera agli obiettivi programmati in sede nazionale.
...omissis

farfog