Documentazione di spese sanitarie e detrazione fiscale
Le spese sanitarie, tra le quali quelle dei medicinali, sono fiscalmente detraibili (detrazione Irpef)
nella misura del 19% per la parte eccedente i 129,11 euro

(l'equivalente delle vecchie 250.000 lire, Art. 13 bis DPR 917/86).
Per i soggetti portatori di handicap invece le spese mediche e dei medicinali sono direttamente e completamente deducibili dal reddito.

 La documentazione necessaria per la detrazione dal 1° luglio 2007 è lo scontrino fiscale parlante (o fattura) contenente la descrizione della natura, qualità e quantità dei farmaci acquistati (commi 28 e 29 dell’art. 1 della Legge 296/2006, Finanziaria per il 2007).
(Specificato di recente nelle istruzioni al Modello Unico e al modello 730 del 2009 per il periodo d'imposta del 2008)

L'autocertificazione attestante l’acquisto non serve più (è stata obbligatoria per la detrazione fino al 30 giugno 2007), e neppure serve come documentazione fiscale la ricetta o una sua fotocopia.
Queste indicazioni operative sono state confermate dalla Risoluzione 10/E dell'Agenzia delle Entrate del 17 febbraio 2010.

Prodotti diversi dai medicinali anche se prescritti con ricetta medica non sono detraibili (ad es dermocosmetici, integratori dietetici o alimentari e tutto quanto comunemente definito "parafarmaco").
Altri ulteriori approfondimenti su detraibilità e scontrino parlante.

Dal 1° gennaio 2008 lo scontrino parlante deve recare il codice fiscale dell'acquirente stampato direttamente al momento dell'emissione, fornito al farmacista dall'utente che voglia avvalersi della detrazione fiscale.
Lo stesso codice fiscale, sotto forma di tessera sanitaria con codice a barre a lettura ottica, dovrà necessariamente essere fornito al farmacista all'atto della spedizione delle ricette del Servizio Sanitario, secondo le disposizioni previste dal sistema per il monitoraggio della spesa farmaceutica (sistema TS).


La documentazione (scontrino parlante o fattura) non va inviata all’ufficio competente ma conservata ed esibita a richiesta (entro 5 anni).
Lo scontrino "parlante" deve contenere la descrizione della natura, qualità e quantità dei farmaci acquistati,  con l'indicazione del codice fiscale  del contribuente.


Sono inoltre detraibili le seguenti spese inerenti la salute: 
farfog, ultimo aggiornamento febbraio 2010
Ormai, la storia....
Fino al giugno 2007 era necessario allegare allo scontrino fiscale non corredato dall'indicazione della natura, qualità e quantità del medicinale la autocertificazione riportata in grigio chiaro nel seguito. Dal 1° luglio 2007
in via provvisoria se una farmacia non era in grado di emettere lo scontrino parlante poteva rilasciare in allegato un documento che contenga le stesse informazioni, fino al 31-12-2007.
Il codice fiscale del contribuente che detrae la spesa, fino al 31-12-2007 poteva essere annotato a mano sullo scontrino parlante dallo stesso contribuente, oppure stampato direttamente sullo scontrino fiscale presentando la tessera sanitaria prima della chiusura della vendita.

Autocertificazione
per l'acquisto di medicinali senza obbligo di prescrizione medica.
Valida fino al 30 giugno 2007
(esente da bollo, DPR 642/72)
Il sottoscritto _______________________________________________________
nato a _______________________________________ il ____________________
Residente in _______________________________________________________
codice fiscale ______________________________________________________


Dichiara

sotto la propria responsabilità –consapevole delle sanzioni in caso di dichiarazione mendace ai sensi dell’art 8 della Legge n.15 del 4 gennaio 1968- di avere acquistato le seguenti specialità medicinali senza obbligo di prescrizione medica, necessarie per l’uso proprio o dei familiari fiscalmente a carico, a cui si riferiscono gli scontrini fiscali allegati.
Data _____________________ Firma ___________________________________
MEDICINALE
Data
scontrino
IMPORTO
     
     
     
     
     
     
     

ALLEGARE GLI SCONTRINI FISCALI