Indicazioni e precauzioni d'uso dei Coni di cera per la rimozione del tappo di cerume dell'orecchio.

Sono coni cerati che vengono introdotti nel canale uditivo esterno; tramite l’accensione e la combustione lenta del cono, e la conseguente azione calorica, viene favorito lo scioglimento del cerume, il quale viene poi rimosso a seguito di una leggera decompressione (effetto camino) che si crea all'interno del canale uditivo.
Sulla base dell’ampio utilizzo nella pratica clinica, il Consiglio superiore di Sanità ha stabilito che i coni per l’orecchio sono in grado di eliminare un tappo di cerume, anche se che nella medicina ufficiale vi sono e vengono sempre più utilizzati metodi più efficaci ed esenti dai rischi dei coni (fiamma).
L'indicazione di questi coni di cera è e deve essere limitata alla rimozione dei tappi di cerume (l'efficacia per altre eventuali indicazioni d’uso non risulta dimostrata in letteratura).
Preliminarmente all'uso del cono di cera, deve essere consultato uno specialista otorinolaringoiatra, che confermi la presenza di un tappo di cerume, e che accerti che eventuali disturbi presenti sono dovuti a questo, e non ad altre patologie dell’orecchio.
In linea di massima i rischi sono molto contenuti, se i coni vengono usati per l’estrazione dei tappi di cerume, attenendosi alle istruzioni con una certa attenzione. Ma è innegabile che possano prospettarsi dei rischi di diffusione delle fiamme. Per prevenire un tale incidente è necessario che il “cono” sia fornito di “frangifiamma” e comunque l'uso del cono è sconsigliato nei bambini fino a 12 anni.

(dalla Circolare del Ministero DGFM del 29-2-08)
farfog