DOVE VA LA FARMACIA ITALIANA?
"Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca".

Il progetto di rinnovamento della farmacia Italiana in alternativa alla sua disgregazione (che si vorrebbe mettere in atto con insensati provvedimenti legislativi).

Novembre 2007

Le prossime decisioni del Governo saranno prese nell’esclusivo interesse della sopravvivenza del Governo stesso.
Ma questa volta l’ennesimo voto di fiducia determinerebbe l’approvazione definitiva dell'emendamento sulla vendita di tutti i medicinali di classe C (tutti i medicinali non concessi dal Servizio Sanitario Nazionale) negli esercizi commerciali diversi dalla farmacia.

Il Ministro della Salute ha approvato le proposte dei farmacisti, rappresentati dagli Ordini professionali e dalle Associazioni dei farmacisti privati e delle farmacie comunali,  per il miglioramento del servizio farmaceutico.
(leggi le proposte dei farmacisti, le agenzie di stampa e la lettera dal Ministro della salute)

I farmacisti minacciano la disdetta della convenzione
Se però il Governo decidesse di non seguire l'orientamento del Ministero della Salute, ma di dare seguito agli emendamenti presentati nella X commissione del Senato (che dovrebbe invece occuparsi di Industria e commercio), avrebbe di fatto la responsabilità di fronte a tutti i cittadini della disdetta unilaterale della Convenzione tra le farmacie ed il Servizio Sanitario Nazionale.
Infatti la Convenzione che permette a tutti i cittadini il prelievo gratuito (o con ticket quando previsto) dei farmaci rimborsati dal Servizio Sanitario (che da ben 9 anni viene prorogata tacitamente per evitare difficoltà e gravissimi disagi al cittadino) dovrebbe necessariamente essere rinegoziata a causa di un intervento normativo che stravolge il sistema farmaceutico e non consentirebbe alla farmacie di svolgere un servizio adeguato per garantire al cittadino il diritto alla salute previsto dalla Costituzione.
10 novembre 2007

Qualcosa si muove
Il Governo convoca Federfarma, le farmacie sospendono l'agitazione
(
Leggi il comunicato stampa del 13-11-07)

Il governo è caduto, arrivederci alla prossima legislatura.
 FarFog