Misurazione della pressione arteriosa.

  L'illustrazione ha scopo unicamente suggestivo.

In farmacia l'utente può effettuare la misurazione, da solo o con l'assistenza del farmacista,
mediante apparecchiatura automatica elettronica di precisione, con risultati attendibili.

Il valore fornito come risultato
è dato dalla elaborazione statistica di tremisurazioni (o quattro)
effettuate automaticamente a distanza di 45 secondi.

L'apparecchio misuratore è stato sottoposto in Germania a severi test clinici di precisione ed affidabilità.

Al termine della misurazione verrà rilasciato uno scontrino di promemoria dei valori ottenuti.


I valori della pressione sono soggetti a variazioni continue dovute all’equilibrio di vari fattori fisiologici.
Un dato indicativo sulla pressione arteriosa può essere ottenuto solo mediante diverse misurazioni, da valutarsi con metodo statistico.
Le più semplici ed efficaci norme che aiutano a mantenere i corretti valori di pressione arteriosa sono:
bere molta acqua e mangiare con poco sale.

 
Intervallo dei valori normali:
p. massima (sistolica) 
125-150
p. minima (diastolica)
70-90
pulsazioni  (frequenza cardiaca al minuto)
55-80

Il risultato della misurazione ottenuta in farmacia non è una diagnosi.
Nel caso i valori ottenuti si discostino da quelli normali consultare il medico.


approfondimento:
LA MISURAZIONE DELLA PRESSIONE ARTERIOSA.

Il controllo della pressione arteriosa è stato oggetto  di una campagna di informazione molto serrata, ma la cultura della prevenzione delle malattie cardio-circolatorie attraverso il monitoraggio della pressione non ha raggiunto capillarmente tutti i pazienti potenziali interessati.

Il farmacista, con la sua professionalità e a volte con la sua psicologia e la sua pazienza, è una figura insostituibile di professionista della salute; chi si rivolge al farmacista esige tutta la competenza professionale che il farmacista può dare.

La verifica immediata della pressione è utile in caso di malessere, oppure la verifica costante in un momento di riposo, scevro dall'influenza di altre situazioni e dallo stress indotto eventualmente anche da medico e farmacista, fornisce un risultato piu' veritiero e statisticamente piu' utile di quello ottenuto con misurazioni saltuarie effettuate da un camice bianco.

Scoprire, in un paziente che si sottopone ad un controllo occasionale, uno stato ipertensivo non riconosciuto, è un buon risultato per il farmacista, che consentirà al paziente, rivolgendosi al medico, di prevenire le manifestazioni delle malattie cardiovascolari.

Occorre subito chiarire che la misurazione della pressione è un'operazione i cui risultati possono essere continuamente variabili, pur essendo contemporaneamente sempre giusti.
Non è come pesarsi, o come misurare l'altezza, che in un dato momento si deve ottenere sempre lo stesso risultato!
I valori della pressione possono variare continuamente, cosicchè una differenza di pochi punti non ha nessun significato clinico.
Per questo l'apparecchio in uso alla farmacia Fogliani fornisce un risultato ottenuto dalla valutazione statistica coerente di tre (o quattro) misurazioni effettuate a distanza di 45 secondi ciascuna.
I valori della pressione dipendono dall'equilibrio di svariati e molteplici fattori, e basta un niente per alterarlo: l'emotività psicologica del soggetto e quella locale riflessa delle fibre su cui agisce il bracciale, per non parlare delle variazioni indotte dalla normale attività fisica e dallo stress della vita di relazione.

Ai tradizionali strumenti con fonendoscopio, oggi devono essere preferiti gli apparecchi elettronici, per la maggiore possibilità di ottenere risultati validi grazie alla semplicità d'uso. Ai nostalgici del manometro meccanico si ricorda che tale strumento non è nè preciso quanto la colonnina di mercurio, nè pratico e facile da usare come gli apparecchi elettronici.
Il vantaggio fondamentale di questi ultimi consiste nella estrema semplicità d'uso, che elimina o diminuisce quasi tutte le possibili fonti d'errore: difficoltà percettive dell'operatore (che spesso essendo anziano ha diminuite capacità manuali ed auditive), regolazione della valvola di deflusso dell'aria, controllo dei valori sul manometro in corrispondenza dei toni uditi, annotazione o memorizzazione dei dati.

10-6-94 dr G. Fogliani, rev giugno 2002. Torna all'inizio.
farfog