La questione della prescrivibilità dei PUFA-omega3 è ufficialmente risolta con l'istituzione della nota 94 (trattamento di 12/18 mesi nel post-infarto). (5 dicembre 2013)

Prosegue il braccio di ferro tra AIFA e coloro che vorrebbero estesa la rimborsabilità dei medicinali PUFA omega-3 anche nel  post-infarto, indicazione non prevista nell'ambito della nota 13.
In seguito all'ordinanza del TAR Lazio infatti l'AIFA ha ricorso al Consiglio di Stato che, giustificando la decisione dell'AIFA volta al contenimento della spesa sanitaria, ha annullato la sospensiva del TAR.
Pertanto, nel Lazio a far data dal 16-5-2013 (vedi comunicazione regionale), i medicinali in questione (Esapent, Eskim e Seacor) tornano ad essere rimborsati dal SSN solo nei casi previsti dalla nota 13
(cioè esclusivamente quando il medico indica la nota 13 nelle apposite caselle della ricetta del SSN).

In precedenza:
Il TAR del Lazio, Sezione III Quater, con Ordinanze cautelari nn. 1547/2013 e 1574/2013 dell’11 Aprile 2013, aveva sospeso provvisoriamente il Comunicato
(riportato di seguito), pertanto i medicinali in oggetto potevano ancora considerarsi prescrivibili a carico del SSN anche se non indicata la nota, nella finestra temporale tra l'8 maggio e il 15 giugno 2013 (decorrenza dal 8-5-2013, data della comunicazione AIFA sul proprio sito internet), secondo la precedente comunicazioni in proposito dell'AIFA (vedi comunicazione del 29-12-2011 e le precisazioni del  17-10-2011)

ESTRATTI, SUNTI E COMUNICATI
GU 28-02-2013

Comunicato sui medicinali a base di PUFA omega-3 e sulla rimborsabilità in relazione alla nota 13.
Davvero inusuale il modo con il quale l'AIFA modifica la sua decisione precedente (o forse dichiara di volerla modificare) sulla rimborsabilità degli "omega-3". In ogni caso nell'incertezza legislativa (si tratta di uno scarno comunicato non inquadrato in nessuno schema di effetto normativo, non è neanche una Determinazione) a titolo precauzionale si consiglia considerare i medicinali in questione rimborsati dal SSN solo in presenza di nota 13 a decorrere dal 1 marzo 2013.
Farfog

Non rimborsabilità da parte del Servizio Sanitario Nazionale dei medicinali appartenenti alla classe «PUFA Omega 3»

La Commissione Consultiva Tecnico Scientifica, in accordo a quanto previsto all’art. 11, comma 1, della legge 8 novembre 2012 n. 189, nella seduta del 5 dicembre 2012 ha disposto che, per le specialità medicinali appartenenti alla classe PUFA Omega 3, la prescrizione per la prevenzione secondaria nel paziente con pregresso infarto miocardico non è rimborsata dal Servizio Sanitario Nazionale.
Restano rimborsate le indicazioni riportate in Nota 13 secondo le modalità ivi descritte.