Assistenza ai Naviganti - SASN
Nuove modalità dal 1 aprile 2009

In periodo di crisi e difficoltà economica, hanno colto al volo l'occasione di risparmiare qualcosa mediante il versamento della quota di compartecipazione da parte dagli assistiti SASN, anche se in teoria l'assistenza prevista per tutto il territorio nazionale, dovrebbe appunto fare riferimento alla normativa nazionale (nessuna quota fissa di compartecipazione) e non a quella locale, stabilita autonomamente da ciascuna Regione (come era sempre stato fino ad ora).
farfog
Qui di seguito il testo della raccomandata inviata alla Assiprofar, che stabilisce l'applicazione della normativa regionale dal 1-4-09.
(I fogli di consultazione sono stati aggiornati).

Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali
Dipartimento della Qualità - Direzione Generale delle
Risorse Umane e Professioni Sanitarie - Servizio Assistenza Sanitaria ai Navig. Nord/centro Italia
Sede di Roma

Roma, 26 marzo 2009
Raccomandata AR alla Assiprofar Federfarma-Roma

OGGETTO: Partecipazione alla spesa sulle confezioni di farmaci.

Allo scrivente Ufficio risulta che alcune farmacie laziali non applicano  a carico degli assistiti Sasn la compartecipazione alla spesa sulle confezioni di farmaci come previsto dal decreto del Presidente in qualità di Commissario ad acta 17 novembre 2008, n. 45, recante “Integrazioni e modifiche al decreto del Presidente in qualità di Commissario ad acta n. 24 del 10 settembre 2008. Attuazione punto 10 deliberazione del Consiglio dei Ministri dell’11 luglio 2008: Intervento 2.3.8 Misure per il contenimento della spesa farmaceutica del Piano di rientro”.
Infatti, da ricerche effettuate sulla mancata applicazione di detta compartecipazione, la circolare Assiprofar Federfarma Roma n. 17/08 del 15 febbraio 2008 ad oggetto “Le ricette del personale navigante marittimo e dell’aviazione civile (Sasn), indirizzata ai titolari di farmacia di Roma e Provincia, nella parte relativa alle “Modalità di spedizione” riferisce espressamente: “Non trovano invece applicazione le disposizioni adottate a livello regionale (eventuali ticket regionali peraltro non presenti nel Lazio - …)”
A tal proposito, si fa presente che gli assistiti Sasn sono esentati solo nei casi in cui sia previsto espressamente il codice di esenzione sulla ricetta. In tutti gli altri casi, le prescrizioni per gli assistiti Sasn seguono lo stesso trattamento di erogazione previsto per gli assistiti del Servizio sanitario nazionale.
Codesta Associazione provvederà, pertanto, a diramare ai titolari di farmacia della Regione Lazio quanto sopra con decorrenza 1 aprile 2009 dandone contestuale comunicazione a questa Amministrazione.
Il direttore dell’Ufficio Dott. Enrico Tommasi