testo 
Corte di Cassazione
 Sez. L, Sentenza n. 18497 del 04/07/2008
Presidente: De Luca M.  Estensore: Nobile V.  Relatore: Nobile V.  P.M. Patrone I. (Diff.)
La Ruffa (Pellettieri) contro Atac Spa (Flamment)
(Sentenza impugnata: App. Roma, 9 giugno 2005)

TRASPORTI - PUBBLICI - FERROVIE IN CONCESSIONE - PERSONALE (IMPIEGATI ED AGENTI) - IN GENERE - Azienda di trasporto pubblico - Potere risolutorio - Esercizio - Lavoratori inidonei alle mansioni - Ambito di applicazione.

  Legge 12/07/1988 num. 270 art. 3

Ai sensi dell'art. 3 legge 12 luglio 1988 n. 270 (nel testo risultante dalla dichiarazione di parziale incostituzionalità resa dalla  con sentenza n. 60 del 1991 e di quella interpretativa n. 179 del 1993), il potere risolutorio dell'azienda di pubblico trasporto non è esercitabile nei confronti di un lavoratore dichiarato inidoneo (entro il 20 giugno 1986) alle mansioni proprie della qualifica di provenienza ma successivamente adibito a mansioni equivalenti o superiori e di chi abbia recuperato l'originaria capacità di lavoro, mentre può essere legittimamente esercitato nei confronti di un lavoratore che, dichiarato inidoneo alle mansioni della qualifica di provenienza, sia stato adibito a mansioni inferiori. Ai fini del giudizio di legittimità del recesso, la verifica dell'equivalenza o meno delle mansioni va rapportata al momento in cui è disposto il recesso, e ciò sia in applicazione della regola generale secondo cui le condizioni di legittimità del recesso debbono sussistere al detto momento, sia in quanto la limitazione del potere datoriale di recesso è correlata all'attualità del pieno reinserimento nell'azienda del lavoratore.


Motore di ricerca:


Studio legale Fogliani            Studio legale De Marzi