Corte di Cassazione
Sez. 3, Sentenza n. 16393 del 14/07/2009
Presidente: Petti GB.  Estensore: Filadoro C.  Relatore: Filadoro C.  P.M. Abbritti P. (Conf.)
Sati Trasp. Srl In Liq. (Altamura ed altro) contro Ugine Alz Italia Srl ed altro (Pellegatta ed altro)
(Sentenza impugnata: App. Milano, 06/07/2004)

TRASPORTI - CONTRATTO DI TRASPORTO (DIRITTO CIVILE) - DI COSE - IN GENERE - Trasporto di merci su strada per conto terzi - Regime giuridico della tariffa a forcella di cui al titolo III della legge n. 298 del 1974 e limitazione della responsabilità risarcitoria - Applicabilità - Condizioni.

 Cod. Civ. art. 1693 

Il trasportatore di cose per conto terzi che pretende di avvalersi del regime giuridico della tariffa a forcella previsto dal titolo III della legge n. 298 del 1974 (per il trasporto di merci su strada), come del relativo beneficio della limitazione della responsabilità risarcitoria in deroga al principio generale dell'art. 1696 cod. civ., ha l'onere di provare di essere iscritto nell'albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi e di avere ottenuto l'autorizzazione prescritta per l'esercizio di tale attività, trattandosi di presupposti per l'applicabilità della speciale disciplina della tariffa, la cui prova, per il generale principio dell'art. 2697 cod. civ., è a carico della parte che pretende di avvalersene.



 TRASPORTI - CONTRATTO DI TRASPORTO (DIRITTO CIVILE) - DI COSE - IN GENERE - Trasporto di merci su strada per conto terzi - Regime giuridico della tariffa a forcella di cui al titolo III della legge n. 298 del 1974 e limitazione della responsabilità risarcitoria - Applicabilità - Condizioni.
 
  Cod. Civ. art. 2697
  Legge 06/06/1974 num. 298 art. 41 
  Legge 06/06/1974 num. 298 art. 50 
  Legge 20/08/2001 num. 334
  Decreto Legge 03/07/2001 num. 256 art. 3

Il trasportatore di cose per conto terzi che pretende di avvalersi del regime giuridico della tariffa a forcella previsto dal titolo III della legge n. 298 del 1974 (per il trasporto di merci su strada), come del relativo beneficio della limitazione della responsabilità risarcitoria in deroga al principio generale dell'art. 1696 cod. civ., ha l'onere di provare di essere iscritto nell'albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi e di avere ottenuto l'autorizzazione prescritta per l'esercizio di tale attività, trattandosi di presupposti per l'applicabilità della speciale disciplina della tariffa, la cui prova, per il generale principio dell'art. 2697 cod. civ., è a carico della parte che pretende di avvalersene.


Motore di ricerca:


Studio legale Fogliani            Studio legale De Marzi